Seconda vittoria consecutiva per la Darwin Tech

Vibrante, veloce ma corretta la partita che sabato sera ha visto di fronte la Darwin Tech Mascalucia opposta ai campani dell’Usca Atellana. Davanti al pubblico delle grandi occasioni i ragazzi guidati dal prof. Salvo Cardaci sono riusciti a conquistare l’intera posta in palio al termine di un match combattuto e ben giocato da entrambe le formazioni (36-33). C’era molta curiosità attorno al team casertano con il cambio di guida tecnica passata da Gigi Toscano (oggi tecnico delle Nazionali di beach ndr.) a Franco Di Donna suo ex collaboratore e allenatore di esperienza. Una squadra che già lo scorso anno aveva fatto vedere cose interessanti nel girone di serie A2 di appartenenza che ha cambiato poco e che anche quest’anno sarà una delle “mine vaganti” del campionato. L’unica defezione, comunque importante, per i padroni di casa è stata quella del portiere argentino Javier Anzaldo non ancora in regola con il tesseramento, ma che certamente sarà protagonista in campo nelle prossime settimane. Di contro i siciliani guidati dal duo Cardaci-Pistone si sono presentati sul rettangolo di gioco con due assenze “pesanti”: gli esperti Vito Cardaci e Giuseppe Celano tenuti precauzionalmente a riposo, ma recuperavano in extremis il talentuoso Marco Pappalardo (classe 2001) assente al debutto contro il Valentino Ferrara. Gara tirata e sul filo dell’equilibrio per i primi 22′ minuti con i padroni di casa trascinati dal senegalese Mbaye e dal forte Cirillo che mettevano in crisi il “sette” mascalucese. Era un cambio di difesa e alcune rapide ripartenze del funambolico Ciccio Giuffrida e del capitano Dario Consoli (nelle foto sotto) a dare il break sul finire del primo parziale chiuso in vantaggio per 19 a 15. Nella ripresa il vantaggio per Aragona, Xethani, Cardullo, Cristaudo, Torrisi, Coppola e soci oscillava sempre tra le quattro e cinque lunghezze e solo nei minuti finali i campani hanno provato a rientrare in partita, ma non ci sono riusciti grazie alle parate di Alessandro Vasquez e alcune reti di pregevole fattura del pivot Alessio Lo Bello. Il risultato finale di 36 a 33 premia, dunque, la Darwin Tech al secondo successo consecutivo in campionato e adesso, sabato prossimo, è atteso dall’ostica gara interna contro il Benevento (squadra retrocessa dalla serie A1 ndr.) che insieme al Teramo è indicata da tutti come la favorita per la vittoria finale. Ecco le parole del presidente dell’H.C. Mascalucia Sergio Pagano a fine gara: “è stata una vittoria importante su un campo davvero difficile e contro avversari di ottimo livello. I nostri ragazzi, seppur dopo una lunga trasferta, hanno gettato in campo tutto quello che avevano e il successo, sancito dagli applausi finali del pubblico campano, stanno a dimostrare la bellezza di una gara giocata su ritmi molto alti”. Da stasera si torna in palestra a lavorare e preparare al meglio la gara interna di sabato prossimo contro il Benevento, una delle formazioni più accreditate per il ritorno nella massima serie nazionale

Leave a Reply